A-B-C-D-E-F-G-H-I-J-K-L-M-N-O-P-Q-R-S-T-U-V-W-X-Y-Z

Affiliazione commerciale: vedi Franchising.

Affiliante: vedi Franchisor.

Affiliato: vedi Franchisee.

Torna in cima

Bacino d’utenza: numero di persone che rappresentano i potenziali clienti del punto vendita utile per individuare e adottare strategie di vendita più adeguate.

Break even point (punto di): il break even point (B.E.P.) e la quantità di prodotto venduto necessaria per coprire i costi precedentemente sostenuti, al fine dunque di chiudere il periodo di riferimento senza profitti né perdite.

Broker: mediatore che si occupa di procurare ai franchisee contatti per ampliare la propria rete.

Business plan: un business plan è un riassunto di come un imprenditore o un manager intende organizzare un'attività imprenditoriale e implementare attività necessarie e sufficienti alla sua buona riuscita. Si tratta di una spiegazione scritta del modello di business dell'impresa.I business plan sono usati internamente per la pianificazione e gestione dell'azienda, e all'esterno per convincere terze parti come banche o altri investitori a finanziare l'impresa.

Torna in cima

Centro pilota: si intende un punto vendita di prova (di proprietà del franchisor) che serve a sperimentare il programma di franchising prima della sua attuazione pratica. Il ricorso all'unità pilota diventa indispensabile nel franchising estero, specialmente quando il franchisor abbia scarsa conoscenza del nuovo mercato.

Codice deontologico: il codice deontologico è il complesso dei doveri inerenti a particolari categorie professionali di persone. Nel franchising i franchisor devono attenersi alle norme contenute nel regolamento dell'Assofranchising (Associazione Italiana del Franchising).

Contratto: vedi contratto di Franchising.

Corner: per Corner Franchising si intende uno spazio in cui l'affiliante concede la possibilità ad un franchisee di creare nel proprio punto vendita un corner (angolo) dove distribuire i prodotti o i servizi del franchisor, offrendo in pratica la possibilità di dar vita ad un negozio nel negozio, uno spazio privilegiato e riservato all'esposizione e vendita dei prodotti e servizi del franchisor. Generalmente questa modalità è usata nei grandi centri di distribuzione.

Torna in cima

Diritto d’ingresso: per diritto di ingresso si intende una cifra fissa, rapportata anche al valore economico e alla capacità di sviluppo della rete, che l'affiliato versa al momento della stipula del contratto di affiliazione commerciale.

Torna in cima

Esclusiva: nel rapporto di Franchising dovrà essere prevista un'area di esclusiva territoriale concessa dall'Affiliante all'Affiliato. L'esistenza di un'esclusiva, il cui ambito territoriale deve essere precisato dalle parti, viene ritenuta essenziale per un chiaro, corretto e proficuo svolgimento del rapporto, a meno che l'Affiliante non motivi chiaramente e per iscritto le ragioni della mancata concessione della stessa all'Affiliato, con riferimento al miglior risultato complessivo della rete.

Torna in cima

Fatturato: il fatturato è la somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni di servizi nonché degli altri ricavi e proventi ordinari di un'azienda. Nei contratti di Franchising può essere previsto un fatturato minimo da raggiungere ogni anno.

Fideiussione: la fidejussione (art. 1936 c.c.) è il contratto con il quale viene a costituirsi la garanzia personale di un terzo, che si obbliga verso il creditore a garantire l'adempimento del debitore. Può essere prevista come garanzia durante la stipula del contratto di Franchisor.

Franchising (contratto di): il contratto, fra due soggetti giuridici, economicamente e giuridicamente indipendenti, in base al quale una parte concede la disponibilità all’altra, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne, modelli di utilità, disegni, diritti di autore, know-how, brevetti, assistenza o consulenza tecnica e commerciale, inserendo l’affiliato in un sistema costituito da una pluralità di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi.

Finanziamento agevolato: possibilità di ottenere finanziamenti con un tasso agevolato per far fronte alle spese di Start-up grazie ad accordi con enti o banche.

Torna in cima

Geo Marketing: per Geomarketing s'intende l'utilizzo della geografia per rendere più efficaci ed efficienti le decisioni e le attività relative alla Comunicazione, alla Vendita, alla Distribuzione ed al Servizio ai clienti.

Torna in cima

Know how: per know-how,si intende un patrimonio di conoscenze pratiche non brevettate derivanti da esperienze e da prove eseguite dall’affiliante, patrimonio che è segreto, sostanziale ed individuato; per segreto, che il know-how, considerato come complesso di nozioni o nella precisa configurazione e composizione dei suoi elementi, non è generalmente noto né facilmente accessibile; per sostanziale, che il know-how comprende conoscenze indispensabili all’affiliato per l’uso, per la vendita, la rivendita, la gestione o l’organizzazione dei beni o servizi contrattuali; per individuato, che il know-how deve essere descritto in modo sufficientemente esauriente, tale da consentire di verificare se risponde ai criteri di segretezza e di sostanzialità.

Torna in cima

Manuale operativo: è la raccolta di tutte le istruzioni e nozioni fondamentali dell’impresa che il franchisor trasferisce al suo affiliato in sede di stipula del contratto, affiche egli possa creare un punto vendita conforme all’immagine istituzionale dell’azienda madre Il franchisee riceverà le informazioni su come esporre la merce, come comportarsi con il personale e con la clientela, come fare pubblicità locale, come gestire amministrativamente il punto vendita, come stabilire gli orari di apertura e chiusura, le modalità di fornitura, l’indicazione dei prezzi al pubblico, l’arredo, le caratteristiche relative all’immagine del marchio, ecc.

Marchio:: il marchio è un qualunque segno suscettibile di essere rappresentato graficamente, in particolare parole, compresi i nomi di persone, disegni, lettere, cifre, suoni, forma di un prodotto o della confezione di esso, combinazioni o tonalità cromatiche, purché siano idonee a distinguere i prodotti o i servizi di un'impresa da quelli delle altre. Il Franchisor consegna in licenza non esclusiva il marchio al Franchisee che si impegna a rispettare tutto ciò che idealmente riconduce ad esso , dall’estetica del punto vendita alle divise .

Marketing:: l'insieme delle attività che mirano a influenzare una scelta del consumatore o cliente.

Master Franchising:: il Master Franchising è uno strumento giuridico utilizzabile nel momento in cui il franchisor non voglia o non sia in grado di selezionare e servire tutti gli affiliati di un dato territorio. Diviene mezzo pressoché inevitabile nel momento in cui l'affiliante voglia affacciarsi su mercati esteri, di cui non conosca regole e tendenze. Questo fenomeno è definito anche franchising internazionale proprio perché è senza dubbio più frequente nei rapporti internazionali, corrispondendo all'esigenza del franchisor di espandere, senza sopportare i relativi rischi imprenditoriali, la distribuzione dei prodotti o servizi anche in mercati esteri.

Torna in cima

Pre-contratto: strumento contrattuale con il quale il Franchisee si obbliga a rispettare determinate condizioni in un preciso arco di tempo, prima di firmare il vero e proprio contratto definitivo. La firma del contratto di Franchising quindi può essere subordinata all’avverarsi di determinate condizioni stabilite nel precontratto.

Punto vendita: locale le cui caratteristiche siano conformi a quanto previsto nel manuale operativo e nel contratto.

Torna in cima

Rete: insieme di punti vendita in cui si distribuiscono i prodotti o i servizi oggetto del contratto di Franchising.

Retail manager: assicura lo stile dei punti vendita, la politica distributiva e commerciale in tutto il mondo. È a una figura di tipo organizzativo, è posto a capo degli store manager e coordina l'andamento della rete dei punti vendita, degli “shop in shop” e dei corner in base alle politiche aziendali del marchio. Fa applicare a livello locale la strategia centrale dell'azienda. Controlla la politica commerciale e la redditività dei negozi.

Road show: eventi pubblicitari a tema e itineranti che consistono in una combinazione di seminari e workshop, organizzati al fine di far incontrare Franchisor e Franchisee.

Royalties: per royalties, si intende una percentuale che l’affiliante richiede all’affiliato commisurata al giro d’affari del medesimo o in quota fissa, da versarsi anche in quote fisse periodiche.

Torna in cima

Scoring bancario: punteggio che la banca assegna all’azienda sulla base di parametri economici/storici, per stabilirne il grado di affidabilità.

Sell in: si tratta dell'insieme di operazioni che il franchisor mette in atto per fornire i prodotti ai propri franchisee.

Sell out: si intendono le operazioni di vendita dei prodotti ai clienti finali da parte dei franchisee.

Start-up: fase di avvio dell’impresa caratterizzata da difficoltà e incertezze connesse al mercato e alla possibile inesperienza dell’imprenditore. Per questo sono a disposizione eventuali finanziamenti agevolati.

Stock: Assortimento e disponibilità di merce in un negozio o in magazzino.

Torna in cima

Target: fascia di potenziali clienti ai quali si rivolge la strategia comunicativa e di vendita di una azienda.

Torna in cima

Copyright (c) 2010 - Confcommercio Emilia Romagna - Tutti i diritti riservati - Area Riservata - Casamica